Un Buon Natale senza soldi…o forse no?!

Ed anche il 2014 si avvia alla chiusura ed a San Giorgio il clima “natalizio” è latitante come ormai lo è da anni. Sono quasi 10 anni che l’Italia è nel pieno di una crisi economica senza precedenti che colpisce in modo trasversale tutti a partire dai commercianti ad arrivare ai singoli cittadini. In questo momento così difficile chi sicuramente dovrebbe fare di più è la politica. Quella che ci rappresenta o quantomeno dovrebbe farlo, quella che è eletta da noi con elezioni democratiche e che da buon “dipendente” dovrebbe garantirci sempre un buon lavoro seguendo sempre e solamente le NOSTRE direttive ed esigenze. La Politica, l’unica che può realmente farci uscire da questo momento così difficile, l’unica che può farci vivere anche se solo per un giorno il vero clima “NATALIZIO”. Purtroppo in città anche la politica latita e non poco. Alle ultime elezioni il sindaco è stato eletto al ballottaggio ricevendo la maggioranza dei voti espressa dalla minoranza dei cittadini. I nostri cittadini sembrano assenti, dormienti, disinteressati a tutto quello che li circonda. Sono ormai esausti, infastiditi al solo pensiero di dover ascoltare il “politico di turno” che gli promette cielo e terra cosciente che alla fine rimarranno solo PAROLE. Ma come siamo arrivati a questo ? Davvero la “politica” è morta o sono morti i cittadini ? Io credo che esistano ancora persone in grado di fare Politica, quella con la “P” maiuscola, ma che queste sono poche o comunque sono poche le persone che riescono a coglierne le potenzialità e la buona fede. Di una cosa sono certo: non credo più a nessuno che mi dice “Non ci sono SOLDI“!!!! Non credo più a chi mi viene a dire che i termosifoni nelle scuole non si sono accesi perchè mancano i soldi, che i grattini ai disabili bisogna farli pagare perchè non ci sono soldi, che i lavori nelle scuole non si possono fare perchè non ci sono soldi, che le luminarie in città non si possono fare perchè non ci sono soldi, che non si possono aggiustare le strade perchè non ci sono soldi, che alcune zone “abusive” non possono essere curate perchè non ci sono soldi, che le iniziative per promuovere il turismo, il commercio o la “città” non si possono finanziare perchè non ci sono soldi!!! Non credo più a nessuno che mi venga a dire: NON CI SONO SOLDI!!! Perchè i SOLDI, questi maledetti SOLDI, ci sono, eccome se ci sono!

Altrimenti non mi spiego come mai un bel Babbo Natale (l’unica iniziativa natalizia del comune) in piazza Troisi mi costa 10.000 euro a fronte dei 5.000 spesi un anno fa per un prodotto sicuramente migliore, come dimostrabile nella foto seguente!!!

babbo natale 2014 2015

Non mi spiego com’è possibile pagare 490 euro per un cestino in metallo che da preventivo dovevano costare 217 euro, non mi spiego perchè si decide di preparare uno spiazzale per accogliere il mercato settimanale spendendo sui 25.000 euro per poi rendersi conto che il mercato in quel posto non ci poteva stare, non mi spiego perchè si assegnano lavori di “somma urgenza” per sostituire i numeri civici di tutta la città per un costo totale superiore ai 150.000 euro e poi ci si rende conto che questa cosa non era necessaria oltre che spropositata e si blocca tutto a metà dell’opera, non mi spiego perchè si pagano servizi di orientamento scolastico (sacrosanti) per un costo di 18.000 euro ma mai effettuati, non mi spiego perchè l’arredamento del centro polifunzionale (2 scrivanie, 6 poltrone e 4 armadietti) costa 24.000 euro per “somma urgenza”, non mi spiego perchè nonostante le centinaia di migliaia di euro di finanziamento regionale, il premio Massimo Troisi non solo non si fa più, ma ha prodotto più di 230 mila euro di “DEBITI” che saranno pagati da NOI e solo da NOI, non mi spiego perchè si riesce ad organizzare una festa per Troisi a cui partecipano solo pochi cittadini per un costo di 20.000 euro, non mi spiego perchè si decida di assumere 3 persone a comporre lo staff del Sindaco per un costo di circa 100.000 euro che dovrebbe occuparsi delle sue faccende e della comunicazione dal momento che è già prevista la figura dell’addetto stampa del comune, non mi spiego perchè si annullino le deleghe degli assessori e noi continuiamo a pagarli senza che loro possano fare il proprio lavoro, non mi spiego perchè nonostante la raccolta differenziata le tasse sui rifiuti continuino ad aumentare….potrei continuare per tante altre situazioni che non riesco a spiegarmi, ma solo con questa piccola lista ho superato i 600.000 euro che forse potevano essere spesi in modo diverso e più accurato se chi ci amministra avesse avuto il coraggio di dire NO quando un provvedimento non era NECESSARIO!

Quindi da oggi in poi invito tutti i cittadini di San Giorgio a non credere a NESSUNO che vi venga a dire “NON CI SONO I SOLDI” perchè i soldi al comune arrivano, eccome se arrivano, altrimenti non sarebbero spiegabili tutte le cose dette poc’anzi, evidentemente vengono spesi MALE!

Ritornando a noi ed al clima natalizio, per quel poco che c’è per strada dobbiamo ringraziare i commercianti che nonostante le superbollette sui rifiuti (comunali), hanno finanziato di TASCA PROPRIA le luminarie in alcune strade e le animazioni in altre.

Ringrazio chi ci sta guidando verso il nulla e spero vivamente che da oggi tutti noi cominciassimo a risvegliarci ed a capire che la città è nostra e che TUTTI NOI dobbiamo, ma soprattutto POSSIAMO fare qualcosa per renderla migliore. Questo è il mio augurio per l’anno venturo: che tutti, politici e cittadini, prendano coscienza delle proprie responsabilità per una San Giorgio che porti gioia almeno a Natale!

Alessandro

Lascia un commento