Taxi: la Giunta riorganizza le tariffe a vantaggio degli utenti

San Giorgio a Cremano, 10 aprile 2014 – La Giunta Comunale ha riorganizzato le tariffe dei taxi operanti sul territorio per favorire la libera concorrenza e venire incontro alle esigenze degli utenti.

Innanzitutto, lo “scatto” del tassametro avverrà non più ogni 65 metri, ma ogni 60. Lo scatto avrà un costo di cinque centesimo di euro. Nei giorni feriali, la corsa urbana, effettuata dalle 7 alle 22, costerà un minimo di 4,50 euro con un prezzo di partenza di 3,50; nei festivi, nella stessa fascia oraria, il costo di partenza sarà di 6 euro. Sempre 6 euro sarà il costo di partenza per andare da un punto all’altro del territorio nei giorni festivi ed in orario notturno, dalle 22 alle 7. Inoltre, per ogni valigia si pagheranno 50 centesimi, per ogni animale di taglia piccola 2 euro, mentre il trasporto dei cani per non vedenti e delle carrozzine per i disabili dovrà essere garantito gratuitamente.

“La riorganizzazione delle tariffe dei taxi agevolerà le tante persone che non hanno altre possibilità di spostamento, in particolare gli anziani. – dichiara il primo cittadino, Mimmo Giorgiano – Un servizio pubblico di trasporto efficiente è fondamentale per una città vivibile ed abbiamo ritenuto necessario dare indicazioni chiare e precise, che valgano per tutti i tassisti che lavorano a San Giorgio a Cremano.”

Lascia un commento