Scandalo in Campania, pagano amici e parenti con i soldi dei migranti, coinvolto anche San Giorgio a Cremano

Anche alcuni esponenti politici con cariche elettive di San Giorgio a Cremano, sarebbero coinvolti nello scandalo campano sull’accoglienza dei migranti.

Questo è quanto si evince da un articolo pubblicato dalla nota testata online “IlVentiquattro.it”.

Coinvolte entrambe le consiliature, sia quella di Domenico Giorgiano che l’ultima di Giorgio Zinno.

Di seguito uno stralcio dell’articolo:

Secondo quanto emerso e pubblicato sul sito del Senato della Repubblica italiana con delibera di giunta n. 123 del 25 marzo 2014 si approvava il progetto, che comportava una spesa, in gran parte finanziata dal Ministero, di 427.854,63 euro a valere sull’anno 2014, di 466.750,50 euro a valere sull’anno 2015 e di 466.750,50 euro a valere sull’anno 2016.

Il progetto prevedeva la disponibilità all’accoglienza sul territorio di San Giorgio a Cremano di 33 tra donne e bambini rifugiati in Italia, ai quali, avendone necessità, il Ministero avrebbe potuto aggiungere ulteriori 9 immigrati, circostanza verificatasi in data 1° luglio 2014, con conseguente aumento proporzionale del finanziamento. [..]

Un sistema che oltre a pagare gli stipendi alla famiglia del dirigente dell’Arci, ha dato la possibilità di far guadagnare soldi ad amici del Pd, partito in cui Anniciello. Un passato in politica, dunque, con tanti amici esponenti del partito di Renzi.

Di seguito il link dell’articolo completo:

http://ilventiquattro.il24.it/scandalo-in-campania-ex-consigliere-pd-assume-politici-e-parenti-con-i-soldi-dei-migranti/

Scandalo in Campania, ex consigliere Pd assume politici e parenti con i soldi dei migranti

Lascia un commento