Revoca del presidente del Consiglio Comunale, Il Consiglio di Stato dà ragione alla maggioranza “Il ricorso di Ciro Russo è infondato”

In seguito alla decisione del Consiglio di Stato che ha riconosciuto la piena legittimità della revoca dell’ormai ex presidente del Consiglio Comunale Ciro Russo, la maggioranza dichiara:

“Il consigliere Ciro Russo, dopo aver perso in primo grado davanti al Tar Campania ed aver provato per settimane a immobilizzare le istituzioni democratiche cittadine, è risultato soccombente anche davanti al Consiglio di Stato. Il colpo di scena anche questa volta si è verificato a meno di un’ora dalla seduta del consiglio comunale che pertanto, vista la pubblicazione della sentenza da parte del Consiglio di Stato, non si è svolta.
La decisione dei magistrati amministrativi è largamente attesa nella sua scontatezza: non abbiamo mai avuto il minimo dubbio che la revoca di un presidente del consiglio che è venuto meno ai suoi doveri di imparzialità e di terzietà e che, con centinaia di note, interrogazioni e richieste di atti, da mesi ha concentrato la sua attenzione su alcuni settori, contribuendo a paralizzare l’attività degli assessorati e a creare un clima di sospetto all’interno dell’ente, fosse assolutamente corretta.

Il Consiglio di Stato, nella sua sentenza ha riconosciuto come non controvertibili “i fatti storici posti a base del provvedimento impugnato”: effettivamente, dunque, Russo aveva avuto un comportamento non degno di un Presidente del Consiglio Comunale, come tutta la maggioranza aveva sostenuto. Con la sua pervicacia nel mantenersi attaccato alla poltrona, Russo ha creato un danno all’intera popolazione sangiorgese, generando un clima di inutile incertezza e rallentando l’attività di Consiglio Comunale.

Accogliamo, inoltre, con soddisfazione la decisione del Consiglio di Stato di intimare a Russo di risarcire il Comune di San Giorgio a Cremano con tremila euro per le spese di giudizio, oltre a dover versare gli oneri accessori di legge. Sarà il consigliere e non la collettività a dover pagare per i suoi capricci.

Il consigliere Russo ha già fatto perdere troppo tempo all’attività amministrativa. I cittadini meritano risposte concrete che la maggioranza ha intenzione di continuare a dare, confermando ancora una volta la piena fiducia al sindaco Giorgio Zinno e continuando a lavorare per migliorare la nostra città”.

Lascia un commento