Problematica Alveo Patacca. Il sindaco incontra Regione, Gori e Consorzio. Individuate possibili soluzioni

Problematica via Patacca. Il sindaco di San Giorgio a Cremano e l’assessore Carbone hanno incontrato in municipio i rappresentanti del Consorzio di Bonifica delle paludi di Volla e Napoli, del Genio Civile della Regione Campania, di Gori s.p.a. e del Comune di Napoli – VI Municipalità.
Al tavolo, convocato proprio su sollecitazione del primo cittadino e dell’assessore Michele Carbone, è stata affrontata la questione degli allagamenti nell’alveo Patacca al fine di trovare una soluzione al problema che insiste in quell’area al confine con Ercolano e San Sebastiano al Vesuvio e dell’alveo Sannicandro, che incide sul litorale di Napoli est.
L’ incontro ha prodotto la costruzione di una vera e propria “rete di lavoro” per affrontare in maniera sinergica, tra i vari soggetti interessati, le complesse problematiche che attengono la sicurezza idrogeologica e la riduzione degli scarichi abusivi.
Dopo aver focalizzato gli ambiti di competenza di ognuno, tra Amministrazioni locali, Regione, Gori e Consorzio di Bonifica, sono emerse le seguenti decisioni operative:

– Il Comune di San Giorgio e quello di Napoli, insieme alla Gori, effettueranno entro il
15 luglio un monitoraggio approfondito dei tratti fognari, bianchi e neri, nelle aree interessate, al fine di verificare eventuali immissioni abusive o possibili condizioni di ostruzione o cattivo funzionamento degli scarichi fognari. Se dovessero essere riscontrati casi del genere, verranno rimossi con interventi immediati.
– Il sindaco di San Giorgio a Cremano convocherà una riunione chiedendo ai primi cittadini dei comuni di Ercolano e San Sebastiano al Vesuvio di parteciparvi, alla presenza dei responsabili della Regione Campania per trovare una soluzione al fenomeno dell’ immissione di rifiuti solidi e di scarti agricoli negli alvei. Obiettivo è naturalmente anche quello di programmare interventi immediati e sul lungo periodo per ridurre il rischio idraulico.
– Tutti gli enti si sono assunti l’impegno di mantenere attiva una rete di coordinamento tra i soggetti coinvolti, per affrontare periodicamente queste tematiche, in un’ ottica tesa a ridurre i danni ambientali, i rischi idrogeologici e assicurare una maggiore vivibilità ai cittadini di san Giorgio a Cremano e dell’area vesuviana.

“L’alveo Patacca – spiega il sindaco Giorgio Zinno – è un’area al confine con gli altri comuni del circondario che soffre per vari motivi: dallo sversamento dei sacchetti selvaggi e dei rifiuti provenienti dai terreni agricoli, al problema della regimentazione delle acque. L’incontro di oggi con tutti gli enti coinvolti nella problematica è stato produttivo perchè finalmente si sono suddivise le competenze e le responsabilità che finora erano confuse e spesso sovrapposte. Ora possiamo agire tutti insieme, ognuno per la propria parte, per arginare il problema e restituire a quell’area il decoro che merita”.

D’accordo Michele Carbone: “Sebbene via patacca si trovi a convivere con comportamenti spesso illeciti e non dipendenti esclusivamente dai cittadini sangiorgesi abbiamo intenzione di agire concretamente per restituire ai residenti una strada dignitosa e nono più soggetta ad allagamenti e a cattivi odori”.

Intanto, già un anno fa l’amministrazione era intervenuta in quell’area con rimozioni straordinarie di rifiuti e con l’apposizione di dossi per rallentare il traffico veicolare e mettere in maggiore sicurezza la strada, come era stato richiesto dai residenti.

Lascia un commento