Pc rubati alla scuola – le fiamme gialle ritrovano il bottino

In data odierna – su disposizione della Procura della Repubblica di Napoli Nord – sono stati riconsegnati dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli al plesso Rodari dell’Istituto Comprensivo “Massimo Troisi”, in via Pini di Solimena, i 14 personal computer (undici notebook e tre desktop) rubati nella notte dello scorso 4 febbraio.

Gli apparecchi sono stati rinvenuti dai militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Napoli – nell’ambito di attività investigative svolte a presidio della sicurezza economica e finanziaria nella provincia partenopea – prima che fossero rivenduti clandestinamente.
Gli stessi, infatti, erano stati occultati nei pressi dello svincolo dell’Autostrada A1 in località Afragola (NA), pronti per essere prelevati in unica soluzione da soggetti ancora da identificare.
I militari che hanno individuato la “partita” di personal computer ne hanno immediatamente accertato anche la provenienza illecita, risalendo al legittimo proprietario che nel frattempo ne aveva denunciato il furto.
I computer sono stati pertanto sottoposti a sequestro e messi a disposizione della competente Autorità Giudiziaria, che ne ha da ultimo disposto la restituzione alla scuola.
La riconsegna odierna, con la conseguente possibilità per gli alunni del citato istituto scolastico di utilizzare i mezzi informatici illecitamente sottratti, rappresenta un momento di riaffermazione della legalità sul territorio e testimonia il ruolo della Guardia di Finanza quale Forza di polizia al servizio della collettività.

A riconsegnare stamattina i pc ai giovani alunni, il Comandante provinciale della Guardia di Finanza, il generale di brigata Salvatore Satta, il comandante del nucleo di polizia tributaria, Giovanni Salerno, ed il capo ufficio operazioni del nucleo polizia tributaria, il colonnello Alessandro Langella che hanno ricevuto dagli studenti in cambio, in segno di ringraziamento, un berretto con il logo della propria scuola.

Lascia un commento