Nasce ufficialmente la scalinata Massimo Troisi

NAPOLI – E “Scalinate Massimo Troisi” fu! Saranno ufficialmente dedicate stamane, con cerimonia d’inizio alle 10,30, all’attore sangiorgese prematuramente scomparso ed al film “Scusate il ritardo”, la scalinata di Piazza Roffredo Beneventano.

A presiedere lo scoprimento della targa che identificherà a futura memoria il luogo dove l’intirizzito Troisi ed il suo amico Lello Arena si scambiavano confidenze sentimentali, sotto la pioggia battente, il sindaco della città, Luigi De Magistris, il suo omologo sangiorgese, Giorgio Zinno, ed i familiari di Troisi, oltre che i rappresentanti delle associazioni Napolievviva, “Uè cap – risveglio cittadino”, “Per la Nostra Città” e tanti cittadini che, con la raccolta firme proposta dalle associazioni culturali appena citate, hanno chiaramente espresso la volontà di veder dedicato un luogo urbano, reso famosissimo dalla maestria registica ed attoriale di Troisi e recentemente riqualificato proprio in suo ricordo, all’artista che, a 21 anni dalla sua scomparsa, resta ancora indelebile nella memoria dei napoletani e non solo.
«Sfidiamo chiunque a dire – hanno più volte dichiarato i responsabili delle associazioni coinvolte nella petizione che ha portato alla dedicazione di stamani – che non ha mai, nella propria vita quotidiana, utilizzato una delle battute di un film, sketch o intervista dell’amato Massimo. Chi non conosce la risposta che Vincenzo/Troisi dà all’amico Tonino/Arena alla domanda “Meglio un giorno da leone o cento da pecora?”. Il suo “Meglio 50 giorni da orsacchiotto” è diventato per tutte le generazioni a venire il sunto di una filosofia di vita che non mira agli eroismi riservati a pochi e dalla durata fugace, o della sottomissione alle regole dettate da altri, ma alla cosciente ponderazione delle decisioni da prendere, ben dosando la tenerezza con l’autorevolezza. La nostra città ha un debito d’amore con Massimo che deve ancora essere onorato: dedichiamogli quella scalinata e coloriamola di allegria con un murales e alcune delle sue battute più celebri».
La manifestazione di stamani avrebbe dovuto aver luogo già lo scorso 28 dicembre, ma la scomparsa di uno dei fratelli di Massimo, che per ironia della sorte era proprio quel fratello che aveva lo stesso nome del personaggio di Troisi nel film “Scusate il ritardo”, ha fatto decidere gli organizzatori a rinviare ad oggi l’evento.

Lascia un commento