La Presidente Unicef Campania ai candidati sindaco: “Non private i bimbi il diritto al gioco”

Riceviamo e pubblichiamo dalla presidente dell’Unicef Campania, Margherita Dini Ciacci, la lettera aperta ai candidati sindaco di San Giorgio a Cremano in vista dell’annullamento della X edizione del Giorno del Gioco.

DAL COMITATO REGIONALE CAMPANIA PER L’UNICEF

Appello ai candidati Sindaci per il Comune di San Giorgio a Cremano: “ Non togliete ai bambini il Giorno del Gioco. Non chiudete i Laboratori di Vita, nei quali per 20 anni, hanno esercitato la cittadinanza attiva”.

margherita dini ciacciPochi giorni fa è stato inaugurato, nel parco di Via Moro, il Laboratorio realizzato, 10 anni fa, dai bambini con un Programma di Architettura partecipata. Purtroppo non sono stati invitati i piccoli artefici che oggi avranno 18 anni e che avrebbero dovuto condividere la gioia di veder un loro Progetto realizzato.

La verità è che la Città non è vera comunità quando Istituzione e popolo sono entità diverse grazie alla ignoranza ed insensibilità dei governanti. Il diritto al gioco, come declina l’art. 31 della Convenzione Internazionale sui Diritti dell’Infanzia, approvata dall’ONU il 20 Novembre 1989 e ratificata dall’Italia con L. 176 del 27 Maggio 1991, è un diritto fondamentale che sostiene lo sviluppo armonico del bambino: probabilmente molti amministratori non sono stati bambini in quanto non hanno mai giocato!

In questi anni il comune di San Giorgio ha mostrato effettivo interesse per l’infanzia sì che è diventato, in Italia ed oltre, un qualificato testimonial del diritto al gioco in molti comuni, come Volla, Massa, Mondragone, ecc…, e molti comuni del Libano.
La Giornata del Gioco di quest’anno dovrebbe celebrarsi il 13 Maggio, se il Commissario confermerà la sua disponibilità verso i bambini, espressa in pubblico in occasione dell’incontro con i Sindaci del Libano.

Nell’Amministrazione comunale di San Giorgio abbiamo potuto apprezzare il rigore morale di alcuni consiglieri: ad essi ci appelliamo perché Consiglio e Giunta imparino a sostenere la crescita dei figli, unica via perché San Giorgio abbia un futuro.
Ci auguriamo che i genitori non si facciano scippare le opportunità offerte, e poi tolte, ai loro figli poiché una comunità che fa rete è vincente mentre una comunità che lascia tutto nelle mani delle Istituzioni non ha futuro.

Il Comune di San Giorgio 20 anni fa ha realizzato una politica illuminata costruendo una Città Amica dei Bambini con la professionalità, la tenacia , l’amore per i bambini espressa dall’Arch. Francesco Langella, coordinatore dei laboratori, che, pur con la scadenza del contratto CNR, si è offerto di organizzare la Giornata gratuitamente.
Sarebbe opportuno un colloquio di chiarimento con il Commissario per discutere secondo verità e giustizia.

Ci auguriamo che l’appello sia ascoltato e che vinca “il maggiore interesse del minore” in una comunità civile, etica, ed educante.

Il Presidente Regionale UNICEF
Margherita Dini Ciacci

Lascia un commento