“I Bambini… che opera d’arte” – Raccolta fondi per la fondazione “A voce d’e creature”

I bambini...che opera d'arteIn piazza Massimo Troisi – o in caso di maltempo nelle ex Fonderie Righetti di villa Bruno – 11 giovani artisti napoletani dai 20 ai 35 anni dipingeranno in estemporanea delle tele che nel pomeriggio, saranno messe all’asta per raccogliere fondi per finanziare le attività della fondazione “A voce d’e creature” di Don Luigi Merola. Il “sacerdote di Forcella” sarà a San Giorgio alle 16 per dar il via all’asta e ricevere personalmente ed in maniera totalmente trasparente i proventi della raccolta benefica.

I bambini...che opera d'arte

Ad organizzare l’evento dal nome “I bimbi… che opera d’arte”, Rosa Solimeno, che ha dichiarato: «Con mio marito artista abbiamo spesso partecipato ad attività simili ed avevo un grande desiderio di organizzarne anche io una per essere d’aiuto ai più piccoli, soprattutto a quelli che vivono in quartieri disagiati economicamente o socialmente. Ho conosciuto tutte le iniziative che porta avanti, giorno dopo giorno, Don Luigi e la mia voglia di rendermi utile e la possibilità di farlo proprio per la fondazione di Don Merola si sono sposati alla perfezione. Durante la giornata, anche la Befana, di ritorno dal tour notturno, incontrerà i bimbi per scattare con loro qualche foto e dare dolciumi».

Lascia un commento