Giorgiano: “Necessario un tavolo straordinario per la sicurezza con i Comuni della provincia di Napoli”

Domenico Giorgiano“Se la camorra – dichiara il Sindaco di San Giorgio a Cremano Mimmo Giorgiano dove domenica due killer hanno ferito a colpi di pistola un venditore ambulante di noccioline – pensa che staremo a guardare gli episodi crescenti di violenza nel nostro comune si sbagliano di grosso. La deriva criminale riguarda l’ intera provincia di Napoli ed in particolare tutti i comuni che confinano con il capoluogo. Per questo chiedo al Prefetto di Napoli un tavolo straordinario per l’ordine pubblico e la sicurezza  con il Sindaco di Napoli e tutte le amministrazioni travolte da questa nuova ondata di criminalità. Dobbiamo imparare a ragionare come una città metropolitana. In ogni caso il nostro Comune e la nostra gente reagirà con determinazione e già giovedì prossimo l’amministrazione promuoverà e parteciperà compatta con diversi eventi alla mobilitazione che si terrà in tutte le piazze italiane per il XVIII giornata per la lotta contro le mafie e la camorra lanciata da Libera”.

“Giovedì mattina – spiegano gli assessori Michele Carbone e Francesco Emilio Borrelli – ci sarà una iniziativa pubblica delle scuole del territorio con giornalisti, esponenti di Libera e delle forze dell’ordine. Alle 12.00 verrà intitolato il foyer del centro polifunzionale dei giovani a Vincenzo Liguori, vittima della camorra. E’ stato scelto il polifunzionale perchè è il luogo dedicato ai giovani.

Alle ore 17.30 in Piazza Troisi si leggeranno tutti i nomi dei martiri della camorra in campania con la partecipazione del Questore di Napoli e tutte le forze politiche, maggioranza ed opposizione, i responsabili delle forze dell’ordine, Polizia, Guardia di Finanza e Carabinieri l’ associazione libera con un suo esponente provinciale e territoriale, alcuni familiari delle vittime, le scuole,  l’amministrazione, le associazioni giovanili e il forum delle associazioni”.

“La reazione della popolazione sangiorgese contro questa nuova ondata delinquenziale – concludono gli esponenti della giunta – sarà determinata e compatta. Come già abbiamo fatto in passato rispediremo questi criminali lontano dalla nostra città. Da noi per loro non c’ è spazio”

Lascia un commento