Furto di computer e attrezzature nella scuola, Polizia arresta uno della banda e restituisce la refurtiva Il sindaco:” Grazie alle Forze dell’Ordine”

Nelle scorse ore gli agenti di Polizia del Commissariato di San Giorgio a Cremano, agli ordini del vice questore Sergio Di Mauro, hanno arrestato in flagranza di reato uno dei componenti della banda che all’alba di oggi si è introdotta nel plesso Don Milani, provando a sottrarre 31 computer portatili e 30 risponditori Lim. I dispositivi tecnologici e le attrezzature informatiche sono stati tutti recuperati e restituiti alla scuola. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, tra le 5.00 e le 6.00 del mattino, in quattro si sono introdotti all’interno dell’edificio attraverso l’ingresso principale, hanno distrutto l’allarme ed hanno divelto alcuni muri per entrare poi nel’ aula dove sono contenuti i computer. A quel punto hanno provato a fuggire con le attrezzature rubate ma gli agenti, durante un servizio di controllo, hanno colto in flagranza la banda riuscendo a bloccare uno dei componenti e a recuperare la refurtiva. L’arrestato è di Scampia. La polizia è ancora sulle tracce degli altri tre ladri. Le lezioni sono riprese regolarmente a partire dalle ore 10.00, fa sapere la preside Adele Pirone e il personale scolastico ha provveduto a ripristinare tutte le postazioni informatiche. Questa mattina, presso il plesso Don Milani, si sono recati anche il sindaco, Giorgio Zinno e l’assessore all’edilizia scolastica, Michele Carbone. Insieme hanno constatato i danni provveduto a far sostituire subito l’allarme e le serrature che sono state forzate, mentre l’assessore alla Scuola Ciro Sarno è intervenuto per garantire la ripresa delle lezioni, compreso il servizio mensa.

“Grazie al controllo che le nostre forze dell’ordine effettuano sul territorio – commenta il sindaco Giorgio Zinno – la nostra città è evidentemente protetta. Purtroppo anche in questo caso la banda che ha provato a compiere questo reato proviene da altri territori ma questo impone, allo stesso modo, la necessità di non abbassare la guardia. I controlli sono stati rafforzati grazie all’attento lavoro del dirigente Sergio Di Mauro che, anche questa volta, è riuscito con i suoi uomini, innanzitutto a recuperare le attrezzature che sono un bene prezioso per gli studenti, e poi a fermare gli intenti criminali di chi arriva in città per delinquere. Continueremo a chiedere sempre maggior presenza dei tutori della legge sul nostro territorio per garantire sicurezza e controllo”.

“Abbiamo vinto contro questi delinquenti – conclude la preside del III Circolo, Adele Pirone – grazie al controllo delle forze dell’ordine e alla sinergia con l’amministrazione che voglio ringraziare per aver immediatamente ripristinato lo stato dei luoghi, subito dopo l’episodio e averci consentito di riprendere le lezioni regolarmente”.

Nella giornata di ieri inoltre, sempre i poliziotti del Commissariato di San Giorgio a Cremano hanno fermato e denunciato un minore che aveva tentato di rubare una moto di grossa cilindrata nella trafficata via Manzoni.

Lascia un commento