“Fiume Patacca” 1 Settembre 2014, Pietro: “Salvo per un pelo”

Il primo di settembre, alle ore 9,30 circa, il signor Pietro Giaccio residente in Via Patacca nonché membro importante del Comitato Problematica Via Patacca, nel tornare a casa incontra il “Fiume” Patacca:

“Mi affrettavo a tornare a casa ,quando all’improvviso davanti, mi sono ritrovato una lava di acqua enorme che mi è venuta addosso. Sono riuscito a stento ad aggrapparmi vicino ad un appiglio poi quando la lava ha incominciato a rallentare sono riuscito a fare questo breve video. Ho avuto già due infarti, c’è davvero mancato poco per il terzo e comunque a parte il mio stato di salute, come si evince dalle immagini, e’ davvero molto pericoloso, ci poteva lasciare la pelle, chiunque. Noi lo diciamo da anni, qui aspettano il morto prima di far finta di fare qualcosa e’ una vergogna incredibile che oramai denunciamo inutilmente da 7 anni senza vedere risultato alcuno”

Il video realizzato da Pietro

Così parlano altri due esponenti del Comitato Problematica Via Patacca.
Aldo Castellano:Mi fa piacere che la disavventura di Pietro sia finita bene ma mi faccio una domanda : Se ci fosse stata una mamma col passeggino e il suo piccolo?. Il fatto è che se dovesse succedere una disgrazia, ai lor signori non interessa. Che schifo!
Luigi Russo :”Ci tengo sempre a sottolineare, e senza offesa, che non sono un residente di Via Patacca ma abito in un palazzo d’epoca in una via limitrofa vittima del fiume come tante altre strade limitrofe. Siamo tutti abusivi? Questa è una vergogna senza fine e noi tutti ringraziamo il buon Giorgiano e i suoi e chiediamo a chi, nella prossima campagna elettorale, prenderà il suo posto, di venirsi a fare la campagna elettorale in Via Patacca ma quando piove, lo aspettiamo a braccia aperte. Ancora grazie“.

Insomma ennesima tragedia evitata in Via Patacca.

Lascia un commento