Far west a San Giorgio a Cremano. Uomo ucciso per un probabile regolamento di conti.

Dosi di droga non pagate. Questo il probabile movente dell’omicidio di Vincenzo Cappiello, 31 anni, noto spacciatore ritenuto non affiliato ad alcuna organizzazione criminale, avvenuto poche ore fa, in via De Gasperi, all’interno del “Parco del Sole”. Il corpo senza vita del 31enne é stato rivenuto all’interno di un box auto. Alcuni abitanti del parco residenziale hanno raccontato di una animata lite tra lo spacciatore ed un altra persona, identificata poi con Giorgio Borriello, meccanico 44enne ed assiduo cliente della vittima.
L’uomo é stato poi fermato dagli agenti del locale commissariato con l’accusa d’omicidio. Sarebbe stato lui, secondo i primi accertamenti, colui che ha inferto sul corpo della vittima decine di coltellate al culmine di un litigio sorto per alcune dosi di droga che Borriello avrebbe dovuto pagare allo spacciatore. Dopo averlo colpito decine di volte, fino a lasciarlo senza vita, il presunto assassino si sarebbe allontanato nella speranza di far perdere le proprie tracce.

Momenti di tensione si sono registrati all’arrivo dei familiari della vittima che, in preda alla rabbia per l’accaduto hanno divelto paletti ed un cancello d’ingresso. Difficile per gli agenti di polizia intervenuti riuscire a mantenere il controllo della situazione in attesa dell’arrivo della Scientifica per effettuare i rilievi.

Lascia un commento