Due giovani feriti a colpi di coltello in città. Giorgiano e Borrelli: “Il Prefetto ne vieti la vendita”

San Giorgio a Cremano, 3 marzo 2013 – Due giovani entrambi di 21 anni sono stati accoltellati la scorsa notte nel corso di una lite avvenuta davanti a un pub situato in via San Giorgio Vecchio. “Siamo esterrefatti. L’ ondata di violenza, soprattutto giovanile, – dichiara il sindaco del Comune vesuviano Mimmo Giorgiano e l’assessore Francesco Emilio Borrelli che stanno seguendo con apprensione la vicenda – che sta attraversando la città di Napoli colpisce l’intera provincia. Speriamo che il ferito grave possa riprendersi quanto prima. Proseguiremo con il monitoraggio della zona dove sono avvenuti gli accoltellamenti, facendo estrema attenzione e coinvolgendo tutte le forze dell’ ordine.”

Francesco Emilio Borrelli

“La violenza giovanile – continuano Giorgiano e Borrelli – è un problema drammatico dei nostri territori. Ragazzi spesso senza lavoro e senza futuro casomai con famiglie distrutte da storie di diffusa illegalità sfogano la loro rabbia ed i loro istinti criminali in modo violento e pericoloso ogni sera con armi di ogni genere ma più di tutto con i coltelli. Per questo noi crediamo che il Prefetto di Napoli dovrebbe riproporre l’ ordinanza firmata dal suo predecessore Renato Profili in cui vietava su tutta l’ area metropolitana di Napoli la vendita di queste armi di offesa molto facili da reperire e che addirittura si possono acquistare nelle edicole. Quello di San Giorgio è l’ ennesimo atto di violenza che segue di poche ore l’episodio della guardia giurata che ha sparato e ferito un sedicenne che, attualmente, lotta fra la vita e la morte in ospedale.”

Notizia collegata

Lascia un commento