Da sabato al via le celebrazioni dell’ottava edizione del “Giorno del Gioco”

Lunedì prossimo spettacolo di Cristina D’Avena, mercoledì centro cittadino chiuso al traffico per permettere ai bambini di giocare in strada 

San Giorgio a Cremano, 2 maggio 2013 – E’ tutto pronto per la ottava edizione del Giorno del Gioco, che sarà preceduto da eventi, spettacoli ed attività ludiche rivolte ai bambini ma anche agli adulti. Le iniziative culmineranno, il prossimo mercoledì 8 maggio, nella chiusura della città al traffico per permettere ai più piccoli di riappropriarsi delle strade e delle piazze e di giocare.

Il programma, anche quest’anno, è molto ricco. Si comincia sabato 4 maggio alle 18 presso il centro polifunzionale “San Camillo” in via Figliola con “Il gioco della danza” messo in scena dalle scuole di ballo della città. Domenica 5 maggio mattina, “Bimbinbici”, una pedalata per la città organizzata in collaborazione con la Polizia Municipale ed alle 12.30 in villa Bruno “La pizza compagna di giochi”, un laboratorio per imparare ad impastare e cucinare il cibo più amato dai bambini. La sera sarà il turno, al centro “San Camillo”, dei Kataklò, un gruppo artistico di caratura internazionale che metterà in scena lo show “Il corpo in gioco” e presenterà la campagna dell’Unicef “Vogliamo zero”.

cristina d'avenaLunedì 6 maggio tornerà in città la madrina del Giorno del Gioco: alle 11, subito dopo l’inaugurazione dell’evento da parte del sindaco Mimmo Giorgiano al centro “San Camillo”, Cristina D’Avena si esibirà davanti ai ragazzi delle scuole cittadine. Alle 18, in villa Falanga, lo spettacolo “Come Alice” dell’associazione Teatrinil. Martedì 7 maggio alle 17 in biblioteca comunale sarò inaugurato un angolo di lettura per i bambini, a cui seguiranno attività per i più piccoli.

Gran finale l’8 maggio: la mattina il centro cittadino sarà interamente chiuso al traffico dalle 9 alle 13 e sarà messo in scena, come gran finale, un “girotondo umano urbano”, mentre alle 21, presso il centro “San Camillo” i Karakasa Circus metteranno in scena uno spettacolo di teatro acrobatico tipico dell’Europa dell’Est.

Il Giorno del Gioco, almeno per un giorno all’anno, intende trasformare parte della città e renderla a misura di bambini e ragazzi, promuovendo il gioco negli spazi urbani riconquistandoli al traffico e alle auto in sosta e creandovi momenti di aggregazione ed offrire a tutti i cittadini – bambini, ragazzi e adulti – l’opportunità di socializzare, di riscoprire il piacere di utilizzare piazze, luoghi e strade della propria città per momenti ludici, ricreativi e di intrattenimento, esenti da aggressività e solitudine, e di apprezzare la possibilità di sentirsi protagonisti degli spazi urbani.

La trasformazione del centro cittadino in un intero campo di gioco porterà in strada oltre diecimila bambini provenienti non solo da San Giorgio ma anche dalle zone limitrofe. L’Amministrazione Comunale di San Giorgio a Cremano si è impegnata da tempo nella realizzazione di azioni concrete sugli aspetti normativi a tutela del gioco dei ragazzi per la riconquista degli spazi per giocare: nei condomini innanzitutto, ma anche nei parchi pubblici e nelle scuole. Con l’iniziativa del Giorno del Gioco, giunta alla ottava edizione, si vuole favorire il gioco dei giovani anche sulle aree soggette ad uso pubblico. San Giorgio a Cremano è sede di una ambasciata Unicef e del Laboratorio Regionale Città dei Bambini e delle Bambine.

Domenico Giorgiano“San Giorgio a Cremano torna ad essere una città per giocare. – spiega il sindaco Mimmo Giorgiano – Un grande appuntamento da vivere, un giorno speciale dedicato al gioco come mezzo di espressione, comunicazione e incontro tra adulti, ragazzi e bambini. Un momento dove finalmente i cittadini, grandi e piccoli, si riappropriano della città, delle strade, delle piazze e dei parchi, riconquistandoli al traffico, al caos e alla spazzatura, creando momenti di aggregazione. I bambini potranno scendere in strada palloni, corde, giochi da tavolo, giochi inventati e tanto altro. D’altronde, una città in cui i bambini giocano per strada è una città più sicura. Una città a misura di bambino e bambina è una città in cui anche gli adulti vivono meglio.”

Il programma completo è disponibile su www.e-cremano.it

Lascia un commento