Da domani le riprese del cortometraggio scritto dai ragazzi del corso tenuto da Casagrande

Da domani a mercoledì, in città, le riprese del cortometraggio scritto dai ragazzi del corso di cinema tenuto da Maurizio Casagrande

GIOVANI FILMMAKERS CRESCONO CON I CORSI DELL’ACCADEMIA NAZIONALE TEATRALE SONORA DIRETTA DA MARIANO RIGILLO

Maurizio CasagrandeSi terranno da lunedì 22 a mercoledì 24 luglio in città le riprese del cortometraggio intitolato ‘Tony Venus’ scritto dai ragazzi dell’Accademia Nazionale Teatrale Sonora. I partecipanti allo stage cinematografico di Maurizio Casagrande, che si é svolto da marzo a giugno con il coordinamento organizzativo di Valerio Piccoli e Antonio Monaco, saranno impegnati nella realizzazione del corto che segue la parte conclusiva dello corso di cinema curata dallo sceneggiatore Stefano Russo. Casagrande, che sarà sul set allestito presso la sede dell’Accademia in via San Giorgio Vecchio il primo giorno, è sia interprete che regista della storia che avrà, però, per protagonisti i sedici corsisti che in tre mesi hanno studiato dizione, recitazione, fotografia, sceneggiatura, scenografia con i docenti Alfio Liotta, Antonio Centomani, Enzo Morzillo, Vincenzo Nitti ed Elena Pavlat. “Non possiamo che essere soddisfatti di questo percorso che si avvia alla conclusione – afferma il presidente dell’Accademia Sonora, Valerio Piccoli – con i giovani che continuano ad essere al centro della nostra attività di promozione delle arti  e dello spettacolo. Quest’anno abbiamo anche rivisitato la formula della rassegna teatrale ‘Drago d’Oro’, appena conclusa, inserendo nuove sezioni dedicate a cinema, letteratura e cabaret e che sono state vinte da due giovanissimi e un under 30, tra l’altro, anche loro tutti autori dei testi con cui hanno partecipato”. Si tratta di Antonio Avilio, 16enne di Pomigliano d’Arco che si è imposto per la poesia con ‘A terra mia’, un grido di dolore e di speranza dedicato a Napoli, il 29enne sangiorgese Gianni Marino con il corto ‘Irregular’, (regia di Kader Alasko), uno spaccato tragicomico sul lavoro nero ed il precariato raccontato attraverso la curiosa vicenda di un  pizzaiolo ed il 17enne  Vincenzo Comunale di Napoli per lo humor sagace ed irriverente con cui ha proposto aneddoti ispirati alla propria vita familiare.

Lascia un commento