Borse lavoro per disabili psichici, riparte il progetto

San Giorgio a Cremano, 11 ottobre 2012 – L’assessorato alle politiche sociali, guidato da Luciana Cautela, ripropone il progetto delle “borse lavoro” per persone affette da patologie psichiatriche. Si tratta di un servizio che mira ad agevolare l’ingresso nel mondo del lavoro per i disabili psichici e sostenerne i processi di integrazione nel tessuto produttivo. Inoltre, le borse lavoro favoriscono la formazione professionale e il miglioramento delle competenze individuali. I diversamente abili segnalati al Comune dall’Asl opereranno nella biblioteca cittadina e in servizi di giardinaggio sul territorio. Il progetto è promosso dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con l’Ambito Napoli 17 e con l’Unità Operativa Salute Mentale del distretto 54 dell’Asl Napoli 3

Luciana Cautela

“Vogliamo favorire le condizioni per il pieno inserimento sociale e lavorativo di tutti i diversamente abili, in particolare quelli diversamente abili. – spiega l’assessore Cautela – In genere i disabili psichici usufruiscono di pochi servizi, mentre noi abbiamo deciso di destinare loro particolari attenzioni. Imparare un lavoro, sentirsi utili agli altri ed alla società, è per loro un modo per sentirsi più importanti ed integrati nel tessuto sociale di una città che non intende mettere in un angolo i sangiorgesi che soffrono uno stato di disagio.”

Lascia un commento