Bollette pazze della Gori, il M5S chiede al Sindaco di intervenire

SAN GIORGIO A CREMANO, 20/10/2014 – Negli ultimi giorni sono giunte presso le utenze abitative e non delle bollette mandate dalla Gori, l’attuale gestore dei servizi idrici, che richiede delle integrazioni tariffarie per gli anni precedenti, ovvero per “partite pregresse ante 2012″.

Il Movimento 5 Stelle sta promuovendo a tal proposito una campagna informativa per richiedere la sospensione delle somme le quali, a detta dei pentastellati sangiorgesi, sono illegittime. Le cifre richieste sulle bollette trasmesse dal gestore idrico difatti sembrerebbero prescritte ed inoltre non risulterebbe un dettaglio dei reali consumi per ciascun anno.

Per questo motivo gli attivisti hanno chiamato a raccolta la cittadinanza per Domenica 26 Ottobre dalle ore 10:30 presso lo stand di Piazza Massimo Troisi.

Danilo Cascone<<Abbiamo richiesto al Sindaco di intervenire immediatamente per bloccare l’invio delle bollette pazze trasmesse dalla GORI tramite una nota ufficiale>> dichiara Danilo Roberto Cascone, Consigliere comunale M5S che continua: <<Allo stesso tempo abbiamo informato gli utenti circa la possibilità di inviare un reclamo al gestore idrico divulgano un modulo apposito scaricabile dal nostro sito internet>>.

Emanuele Alcidi
Emanuele Alcidi

Dello stesso avviso è il portavoce pro tempore del gruppo locale di attivisti Emanuele Alcidi: <<La volontà popolare, coi referendum, è stata chiara: via il privato dalla gestione dell’acqua. A distanza di anni invece nulla è cambiato perchè i gestori della cosa pubblica si mascherano dietro i cavilli. E’ evidente che in gioco vi sono troppi interessi economici e di potere. Di questo sono responsabili i vari Governi che si sono susseguiti e i Presidenti delle varie Regioni i quali, come nel caso di Caldoro, hanno, al contrario, sostenuto il privato condonando milioni di Euro a nostre spese. Ora siamo veramente stufi e ci aspettiamo da parte dei Sindaci di ATO 3 una presa di posizione forte e non una mera propaganda elettorale, come purtroppo è successo a San Giorgio a Cremano.>>

Lascia un commento