18^ giornata di campionato: San Giorgio vs Isola di Procida 1-0

[match id=140]

SAN GIORGIO: Grenni 6, Caccia 6,5, Incarnato 6,5, Orefice 6,5, Esposito G. 6,5, Di Fiore 6,5 (29’st Pane 6), Cardone 6,5, Ottobre 7, Imparato 6 (21’st Nasti 6,5), Ianniello 7,5, Marcucci 6. Non entrati: Avino, Bagnoli, Sposato, Maradona jr, Ferrara. Allenatore: C. Matrullo 7.ISOLA DI PROCIDA: Bardet 6,5, Lubrano P. 6, Laezza 6, Foti 6,5 (11’st Brancaccio 6), Franco 6, Malgieri 6, Gaveglia 6, Ambrosino 6, Costagliela A. 6,5 (42’st Scarano sv), Costagliela L. 6 ( 15’st Pirone 6). Non entrati: Petrone, Cibelli, Napoli, Lubrano M. Allenatoe: F. Cibelli 6.ARBITRO: Luppoli di Frattamaggiore 5; Assistenti: Capaldo di Napoli e Chiancone di Nocera Inferiore.RETE: 1’ st IannielloNOTE: giornata non fredda ma con qualche spruzzatina di pioggia; superficie del campo in buone condizioni; spettatori 200 circa. Ammoniti: Incarnato e Di Fiore (SG); espulso al 40’st Laezza (IS) per doppia ammonizione. Durata partita: pt 46’, st 50’.

Il San Giorgio cancella la sfortunata battuta di arresto di Somma Vesuviana di domenica scorsa e ritorna alla vittoria contro il Procida che dà filo da torcere alla squadra granata, specie nel prima tempo. Per la contemporanea indisponibilità di tre difensori (Tessitore e Prisco per squalifica e Borrelli per infortunio) mister Matrullo ha la felice intuizione di portare in panchina il portierone Avino e fare esordire tra i pali l’under Grenni ’93 che ripaga la fiducia del tecnico. La coraggiosa mossa permette di piazzare al centro della difesa l’ever green Ottobre con ai lati Caccia e il bravo Incarnato schierando in partenza contemporaneamente Orefice e Ianniello. Il ritorno alla vittoria dei sangiorgesi coincide con la conquista virtuale in solitudine della vetta del girone A di Eccellenza in quanto con il flop del Marcianise a Volla e i tre punti concessi in prestito ai casertani dal Giudice Sportivo (è in discussione il reclamo della Viribus Unitis per la restituzione del punto di penalizzazione e l’effettuazione della gara al Nappi) il Marcianise si affinca al Volla a 33 punti con la squadra di Matrullo avanti di una lunghezza.

Tornando alla partita, va detto che la prima parte della gara è trascorsa con continui capovolgimenti di fronte tra le due aree di rigore con i due portieri a fare quasi da comparse. Il primo sussulto lo provocano gli isolani con L. Costagliela che approfitta di un rimpallo sulla sinistra dell’area e di rimbalzo punta Grenni, la palla esce di poco a lato. Al 32’ replica il San Giorgio con Marcucci  che riprende un rinvio corto della difesa e conclude alto sulla traversa. Al 38’ l’unica vera occasione da gol parte da Ianniello dalla destra su punizione, è molto bravo Bardet ad uscire dai pali e strappare la sfera dalla testa di Marcucci. Le squadre vanno al riposo con il risultato di partenza e la ripresa si apre con la svolta che decide la partita. La lancetta non percorre neppure il primo giro e il San Giorgio passa in vantaggio con Ianniello: dalla bandierina batte Cardone la difesa rinvia ed il numero 10 aggancia al limite dei 16 metri e spedisce imparabilmente alle spalle di Bardet. Al 21’ Nasti rileva Imparato, il gioco si vivacizza con una triangolazione Nasti-Ianniello-Marcucci, Bardet se la cava con sicurezza. Al 13’ Matrullo decide il secondo esordio, chiama in panchina il bravo Di Fiore e manda in campo Pane (’96 della formazione allievi): il trottolino non si scoraggia e contribuisce a controllare il risultato senza disdegnare qualche sortita sulla fascia sinistra. Al 31’ un grosso pericolo fa trattenere il fiato sulla tribuna: Grenni si salva a terra con il corpo su tiro ravvicinato di Pirone, riprende Ambrosino che si fa ribattere dalla difesa ed infine Brancaccio in sforbiciata volante manda la palla sopra la traversa. Fino al termine dei cinque minuti di recupero il risultato non cambia e il San Giorgio riprende il sogno interrotto a Somma Vesuviana.

Giacomo Di Sarno

Addetto Stampa A.S.D. San Giorgio 1926

(fonte: pagina facebook dell’ASD San Giorgio)

Lascia un commento